"L'osteopatia è la regola del movimento, della materia e dello spirito, dove la materia e lo spirito non possono manifestarsi senza il movimento; pertanto gli osteopati affermano che il movimento è l'espressione stessa della vita".

''L'Osteopatia si basa sulla perfezione del lavoro della Natura. Quando tutte le parti del corpo umano sono in ordine stiamo bene. Quando non lo sono la conseguenza è la malattia. Quando le parti vengono riaggiustate la malattia lascia il posto alla SALUTE”.

Il lavoro dell'osteopata consiste nell'aggiustare il corpo portandolo dall'anormalità alla normalità; dopodiché la condizione anomala cede il posto alla condizione normale e la salute ne è il risultato.''

  1. T. Still

 'L'osteopatia è una scienza che si occupa delle forze naturali del corpo. Noi lavoriamo come osteopati con il principio tradizionale in mente, in cui la tendenza del corpo del paziente è sempre verso la normalità”.

C'è molto da scoprire nella scienza osteopatica lavorando con le forze interne che manifestano i processi di guarigione. Queste forze interne del paziente sono più forti di qualsiasi sconsiderata forza che può essere esercitata senza rischi dall'esterno."

 

William Garner Sutherland

 

 

In queste citazioni dei padri dell'osteopatia è racchiuso il concetto base della disciplina osteopatica, una disciplina olistica che ha come unico scopo il raggiungimento e il mantenimento dello stato di salute dell'individuo, riattivando quel processo innato di autoguarigione che è in ognuno di noi. L'osteopata ha il solo compito di rendere cosciente il paziente dell'immenso potenziale che ogni individuo possiede, potere che custodisce da sempre - se così non fosse saremmo estinti - e lo raggiunge attraverso l'armonizzazione di ogni singola parte nel tutto, per ristabilire l'equilibrio del corpo sia interno (omeostasi) che esterno (allostasi), essenziale per il raggiungimento di uno stato di benessere. Per far questo l'osteopata utilizza le mani, mani che ascoltano, sentono, pensano e poi agiscono o il più delle volte vengono guidate dal corpo stesso del paziente nella ricerca della normalizzazione e, quindi, della salute. Si instaura un vero e proprio dialogo con i tessuti palpati, due corpi che comunicano ed assieme cercano ed elaborano una strategia per star meglio.

Due cose sono essenziali perché tutto ciò avvenga: il concetto di unicità dell'individuo - e quindi la soggettività del trattamento - e la consapevolezza del paziente che l'osteopatia non si occupa della malattia ma della salute e, quando il sintomo si manifesta, se ne ricerca la causa cercando di ristabilire il corretto equilibrio e, da qui, il ritorno allo stato di salute.

Il trattamento osteopatico non si esaurisce con la fine della seduta che, anzi, rappresenta solo l'inizio di quel processo di autoguarigione che il corpo metterà in atto, processo più o meno veloce a seconda della vitalità del paziente e di quanto quest'ultimo farà per agevolarlo attraverso il suo comportamento.

In generale sono 2 i campi di intervento dell'osteopatia:

  • prevenzione per mantenere lo stato di salute, in modo da agire prima che il sintomo si manifesti, affinché lo stesso non si presenti e lo stato di disarmonia porti il soggetto dalla condizione di salute a quella di malattia;
  • integrazione con altre discipline sanitarie che troveranno il “terreno” del paziente ottimale alla loro azione, qualora fosse necessaria.

 

QUALI INDICAZIONI: è più semplice parlar di controindicazioni: nessuna. Esiste invece la controindicazione a determinate tecniche su determinati soggetti, vige la regola che il trattamento non deve essere mai aggressivo per il paziente e dallo stesso deve essere ben accettato. L'applicazione pratica dell'osteopatia si basa sull'interrelazione esistente tra struttura e funzione non solo all'interno del sistema muscolo-scheletrico ma anche in rapporto agli altri apparati e sistemi. L'osteopatia non si limita alla diagnosi e al trattamento dei disturbi muscolo-scheletrici, ma si preoccupa di come la biomeccanica di tale sistema si integri con la fisiologia dell'intero organismo, sostenendola. L'osteopata utilizza modelli diagnostico-terapeutici applicabili al sistema muscolo-scheletrico e a tutti gli altri sistemi (nervoso, linfatico ed endocrino) e apparati (digerente, respiratorio, cardio-circolatorio, urogenitale, visivo, uditivo-vestibolare).

 

A CHI E' RIVOLTA: a tutti, dal concepimento in poi.

 

Durante la gravidanza il corpo della donna affronta un importante e delicato cambiamento; a volte non riesce ad adattarsi e compaiono episodi di vomito nei primi mesi, lombosciatalgie, edemi agli arti inferiori, contrazioni premature invalidanti. Ristabilire un equilibrio funzionale muscolo-scheletrico previene o riduce la sintomatologia, permettendo una crescita ottimale del feto e una miglior preparazione del corpo femminile al parto. Anche nel post parto si riesce a ridare equilibrio e funzionalità alle varie strutture (in primis al bacino) prevenendo, ad esempio, la comparsa di possibili problematiche dell'apparato urogenitale.

 

Neonato. E' importante una valutazione osteopatica già dai primi giorni di vita, anche in assenza di sintomi; una gravidanza “difficile” o problematica, le malposizioni intrauterine, il trauma del parto (sia naturale che da cesareo) possono condizionare la corretta armonia tessutale del neonato (specie di cranio e sacro), che a volte sono all'origine dei comuni disturbi neonatali ed essere il substrato per una crescita disarmonica dei tessuti, correggerne il disequilibrio può risolvere/prevenire disturbi quali:

  • difficoltà alla suzione (non si attacca al seno o preferisce un lato);
  • cattivo sonno (breve, irrequieto, non riposante);
  • coliche gassose e problemi al sistema gastro-enterico (rigurgito/reflusso e stipsi);
  • torcicollo congenito e plagiocefalie da posizione (si manifestano intorno al 3°-4° mese).

 

Prima infanzia (2 anni di vita): periodo in cui avviene un'importante crescita/maturazione del sistema nervoso centrale e il bambino raggiunge le principali tappe di sviluppo psicomotorio/intellettivo. Qualora si manifestino dei deficit in questo periodo si aiuta a contenerli e a favorirne il recupero.

 

Infanzia (dai 2 ai 10 anni): inizio della “vita sociale” (nido, scuola dell’infanzia, primaria). Il bambino entra in contatto con altre esperienze e si possono manifestare altre problematiche per le quali il trattamento osteopatico può essere d'aiuto quali:

  • infezioni ricorrenti ORL (otiti, riniti, tonsilliti, faringiti);
  • problemi respiratori: asma, allergie, infezioni alte vie aeree (bronchiti, polmoniti);
  • squilibri del sistema immunitario e del sistema ormonale;
  • intolleranze alimentari;
  • problemi urinari (enuresi);
  • disturbi comportamentali (iperattività), dell'apprendimento e del linguaggio (dislessia, discalculia, ecc.);
  • sviluppo psicofisico e sensoriale alterato;
  • malocclusioni e deglutizione atipica;
  • traumatismi/chirurgia in genere.

 

Età puberale (10-17 anni): monitorare questa tappa di stravolgimento ormonale e di crescita scheletrica importante permette di aiutare e contenere eventuali dismorfismi (scoliosi e ipercifosi) qualora ci siano delle predisposizioni, correggere o aiutare eventuali disfunzioni ormonali, supportare il recupero post trauma/intervento chirurgico di natura muscolo scheletrica o internistica in genere.

 

Adolescenza, età matura, vecchiaia: qualora non esista un traumatismo importante e/o violento, di qualunque natura esso sia, è la sommazione delle disfunzioni “...del movimento, della materia e dello spirito...” accumulate durante l'arco della vita a originare il sintomo che si traduce in malattia. A volte il corpo da solo non riesce ad innescare il processo di autoguarigione, in quanto la via della salute è minata da ostacoli mai rimossi; in questo caso l'intervento dell'osteopata può, talora, togliere tali ostacoli (per lo più meccanici, ma non solo) che interrompono le vie di comunicazione (arteria, nervo ed asse endocrino). Liberando la strada si permette al corpo di fare il resto.

Così possiamo agire su svariate problematiche risolvendo o limitandone l'evoluzione: dai disturbi muscolo-scheletrici, alle disfunzioni degli apparati (digerente, respiratorio, cardio-circolatorio, urogenitale, visivo, uditivo-vestibolare) e dei sistemi (nervoso, circolatorio, linfatico ed endocrino).

L'osteopatia segue e ricerca lo stato di salute del corpo, mantenendo e ristabilendo il movimento laddove perduto - dall'articolazione alla singola cellula -, senza il quale materia e spirito non possono che tendere alla malattia, tradendo la naturale e innata propensione dell'uomo verso il benessere psicofisico.

 

Osteopatia e sistema endocrino: un corretto funzionamento dell'asse ormonale è di vitale importanza per mantenere la corretta omeostasi e allostasi dell'individuo. Attraverso un approccio osteopatico, agendo sulla struttura e sulle vie di trasporto (il torrente ematico), si garantisce quel corretto funzionamento delle ghiandole endocrine il cui buon funzionamento, oggi sempre più aggredito, permette di mantenere lo stato di salute psicofisico dell'individuo. In soggetti debilitati riattivare (laddove possibile) il naturale processo di omeostasi pone le basi psicofisiche e metaboliche per una guarigione ottimale.

 

I principi dell'osteopatia applicati al campo viscerale: la causa di un dolore dell'apparato muscolo-scheletrico non oggettivabile clinicamente, a volte va ricercata nel cattivo funzionamento (meccanico e metabolico) delle viscere (dolore riferito). Un riequilibrio della sua funzione può determinare l'attenuazione o la scomparsa dell'algia somatica.

Inoltre, in assenza di danno anatomico della struttura, riattivando la funzione fisiologica dei vari apparati attraverso un riequilibrio tessutale, si riducono e/o eliminano problematiche:

  • gastro-enteriche: problemi digestivi, stitichezza, gonfiori addominali, ecc. -;
  • respiratorie: infezioni ricorrenti alle vie aeree, allergie e asma -;
  • cardio-circolatorie: stasi venose, apporto sanguigno deficitario, tachicardie, squilibri pressori, ecc. -;
  • urogenitali: riequilibrando la struttura scheletrica e agendo sul sistema endocrino si può dare un valido aiuto in caso di dismenoree/irregolarità del ciclo, infezioni, incontinenza, prolassi, riduzione/scomparsa di dolori somatici riflessi, difficoltà al concepimento e disturbi della gravidanza, disturbi della sfera sessuale, ecc. -;
  • visivo, uditivo-vestibolare: riequilibrare la pressione oculare (sintomo del glaucoma), vertigini, emicranie, ecc. -.

 

 

FORMAZIONE PROFESSIONALE

  • novembre 2003 “Laurea in fisioterapia” - Università degli studi di Milano – Riconoscimento Croce Rossa Svizzera in data 14/12/2005 (n. registro PHYS20051833)

 

  • settembre 2010 “D.O. in Osteopatia” - C.E.R.D.O. (Centre pour l'Etude la Recherche et la Diffusion Osteopathiques) - Roma

            Tesi: “La morfologia del cranio è in rapporto con i disturbi dell’apprendimento dei bambini?”    Relatore: Chiar.mo Prof. Audouard Maurice D.O. MROF – Direttore Generale CERDO

            

Corsi post-graduate in osteopatia:

  • 28-31 ottobre 2010 “Osteopatia e ginecologia”

            sede: C.E.R.D.O. Roma

            docente: Jean-Marie Michelin D.O. MROF

  • 23-27 marzo 2011 “Trattamento osteopatico dei disturbi endocrini e morfotipi endocrinologici”

            sede: C.E.R.D.O. Roma

            docente: Jean-Marie Michelin D.O. MROF

  • 27-30 ottobre 2011 “Le lesioni intraossee”

            sede: C.E.R.D.O. Roma

            docente: Jean-Marie Michelin D.O. MROF

  • 20-22 gennaio 2012 “Osteopatia viscerale 1”

            sede: C.E.R.D.O. Roma

            docente: Jean Marc Campigotto D.O.

  • 19-21 aprile 2012 “Osteopatia viscerale 2”

            sede: C.E.R.D.O. Roma

            docente: Jean Marc Campigotto D.O.

  • 4-5 ottobre 2014 “Articolazione Temporo Mandibolare, occlusione ed osteopatia”

            sede: Centro Baroncini Sesto Calende (VA)

            docente: Christian DEFRANCE de TERSANT D.O. MROF

  • 12-14 dicembre 2014 “Osteopatia Pediatrica”

            sede: Osteopathic College Trieste

            docente: Bruno Ducoux D.O. MROF

  • 23-24 maggio 20-21 giugno 2015 “Osteopatia Pediatrica”

            sede: Centro Baroncini Sesto Calende (VA)

            docente: Christian DEFRANCE de TERSANT D.O. MROF

  • 30-31 gennaio e 23-24 aprile 2016 “Osteopatia e Medicina Tradizionale Cinese”

            sede: Centro Baroncini Sesto Calende (VA)

            docente: Christian DEFRANCE de TERSANT D.O. MROF

  • 21-22 maggio e 25-26 giugno 2016 “Tecniche osteopatiche funzionali”

            sede: Centro Baroncini Sesto Calende (VA)

            docente: Christian DEFRANCE de TERSANT D.O. MROF

  • 14-15 gennaio 2017 “I seni venosi del cranio. Applicazione alle emicranie ed alle cefalee miotensive”

            sede: Centro Baroncini Sesto Calende (VA)

            docente: Christian DEFRANCE de TERSANT D.O. MROF

  • 29-30 aprile 17-18 giugno 2017 “Tecniche strutturali dirette ed indirette”

            sede: Centro Baroncini Sesto Calende (VA)

            docenti: - Christian DEFRANCE de TERSANT D.O. MROF

                       - Jérôme Bapteste M.D. D.O.

 

Tour Virtuale Studio

Seguici su Facebook
Fisioterapia Montebello Bellinzona

in FisioMontebello.ch c'è ancora di più ...

Gruppo Cuore Montebello

Logo Gruppo CuoreDa settembre 2010 è attivo il Gruppo Cuore Montebello. Il gruppo fa parte della fase III della riabilitazione cardiovascolare e ha lo scopo di migliorare e mantenere la condizione fisica in un ambiente motivante e stimolante.

... 

Leggi tutto

Collaborazioni Gruppo Cuore

Fondazione Svizzera di Cardiologia

 

Fondazione TicinoCuore

 

Fondazione Svizzera di Cardiologia

Servizi FisioMontebello

Prev Next

Riabilitazione Oncologica e Cancer Care

Dal 15 ottobre 2015, la fisioterapia Montebello ha iniziato a collaborare con la Lega contro...

Read more

Riabilitazione Neurologica

Riabilitazione Neurologica La maggior parte dei quadri clinici neurologici dà luogo a una sintomatologia che purtroppo...

Read more

Fisioterapia Geriatrica

La geriatria si occupa degli effetti dell'età sulla salute e delle malattie della terza età.  Il...

Read more

Terapia Manuale

Terapia Manuale La terapia manuale, come branca della medicina moderna, è nata nella prima metà dello...

Read more